A proposito di San Valentino, noi di Vino’S vogliamo lanciare una campagna di sensibilizzazione… non regalate rose, cioccolatini o peggio ancora, gioielli. Dimostrate l’amore condividendo con la vostra lei o il vostro lui un momento di pura gioia. Quale occasione migliore di questa, allora, per bere un bel cocktail a base di vino?

Cocktail a base di vino bianco, Kir Royal

È uno dei cocktail più semplici e buoni della storia dei miscelati. In un calice tipo flûte versate 1 cl di crème de cassis e aggiungete 9 cl di Champagne o un buon spumante metodo classico… un sorso di paradiso!

Cocktail a base di vino bianco, Spritz

È un grande classico che non passa mai di moda. Ad inventarlo sono stati gli austriaci, che nel corso della Seconda Guerra Mondiale arrivarono in Italia (in Veneto per la precisione). Dal momento che non erano abituati a bere vini così alcolici erano soliti allungare il vino con l’acqua di selz, un’acqua molto gassata. Così poco romanticamente nacque lo Spritz, dal tedesco spritzen (spruzzare). Per preparare questo buonissimo cocktail versate in un calice con del ghiaccio 6 cl di vino bianco (tipo Tocai o Prosecco), aggiungete 3 cl di bitter e colmate con acqua gassata. Potete decorare con una fettina d’arancia.

Cocktail a base di vino bianco, Bellini

È tra i cocktail più famosi e raffinati, nonostante la ricetta sia veramente molto semplice. In un calice versate 5 cl di nettare di pesca bianca (lavate e sbucciate le pesche, tagliatele a spicchi e mettetele in un colino e con un cucchiaio schiacciate per estrarre il nettare) e aggiungete delicatamente 10 cl di Spumante o Champagne fino a colmare il bicchiere. Decorate con uno spicchio di pesca, perché anche l’occhio vuole la sua parte…