A Jesolo arriva la Biblioteca del Vino

A Jesolo esiste un angolo di paradiso: “Jesolo Ferrowine Experience“, un tempio di 700 metri quadrati, alla scoperta dei vitigni, delle cantine e delle zone di produzione del vino, ma…

A Jesolo esiste un angolo di paradiso: “Jesolo Ferrowine Experience“, un tempio di 700 metri quadrati, alla scoperta dei vitigni, delle cantine e delle zone di produzione del vino, ma anche delle birre artigianali e degli spirit.

Ferrowine è l’enoteca più grande d’Europa e ha aperto il suo primo store nel 2014 a Castelfranco Veneto. 

L’offerta è veramente molto ampia, ben 4mila le tipologie di prodotto. Le oltre 25mila bottiglie in esposizione sono suddivise per genere, ordinate e catalogate come fossero libri, custodite nelle nicchie degli scaffali in legno e pronte a raccontare la loro storia attraverso le voci di esperti sommelier.

Nella Biblioteca del Vino, tutti i prodotti si possono anche degustare, ma prima si conoscono, per entrare nella cultura di ogni cantina, birrificio e distilleria.

A guidare il pubblico in questo viaggio, una squadra di otto giovani animati da tantissima passione, guidati da Anna Cardin, Sommelier dell’anno Fisar 2015 e Miglior Sommelier Donna per la guida Identità Golose 2019.

Alberto Beltrame, che riveste il ruolo di spirit specialist, è un giovane barman che ha maturato diverse esperienze anche all’estero.


Nella Biblioteca del vino di Jesolo ogni giorno da lunedì a venerdì e, a volte anche il sabato, si aprono corsi a tema: da quello alla scoperta del nostro territorio “5 rossi per cinque regioni” a “bollicine per l’estate da nord a sud”. Per continuare con “fermentazioni spontanee e non solo” delle birre artigianali  e quello sul “Whisk(e)y” per imparare come leggere un’etichetta.