Estate, è caldissimo: cosa c’è di meglio di un freschissimo Bombino di Puglia Igt? Fra i vitigni più caratteristici di questa terra, le sue uve danno vita ad un interessante vino bianco che è in grado di accompagnare alla perfezione un aperitivo o un pasto a base di pesce, così come questo Spiavento, prodotto dalla Tenuta Coppadoro di San Severo (Foggia).

I terreni dell’azienda sono collocati nell’area della Daunia, tra il Gargano e le colline del Sub-Appennino che scendono al Tavoliere. In contrada Ratino sorgono le vigne che godono di giornate assolate e ben ventilate, vista la vicinanza del Mare Adriatico; i suoli, posti a 120 metri sul livello del mare ed esposti a sud-est, sono di tipo calcareo. I vigneti offrono una resa di 110 quintali per ettaro e sono allevati con la tecnica del cordone speronato unilaterale.

Per ottenere lo Spiavento vengono utilizzate uve Bombino bianco in purezza, coltivate con il metodo dell’agricoltura biologica e raccolte tra la metà e la fine del mese di settembre. I grappoli sono condotti in cantina e sottoposti a criomacerazione, quindi ad affinamento sui lieviti. Il mosto, in seguito, svolge la fermentazione alcolica (ma non la malolattica) in contenitori di acciaio inox, quindi è messo in bottiglia, dove affina almeno un mese prima di venire commercializzato con la gradazione di 12% vol.

Il Bombino Spiavento Puglia Igt va aperto poco prima di essere consumato e versato in calici dall’apertura media ben fresco, alla temperatura di servizio di 12° C. Il colore è giallo paglierino con bei riflessi dorati, mentre al naso il vino sprigiona un bouquet intenso, nel quale dapprima emergono sentori di limone, ananas e fiori bianchi, in seguito aromi ben riconoscibili di pera e pesca, nonché mandorla.

Portando lo Spiavento in bocca è possibile percepirne la buona freschezza, la media struttura ed una punta di sapidità che contrasta piacevolmente con una lieve amarezza nel finale; secco e asciutto, possiede un piacevole retrogusto di frutta acerba e di mandorla.

Le caratteristiche organolettiche di questo Bombino lo rendono più che adatto ad abbinamenti con pietanze a base di pesce: antipasti di crudi, crostacei, mitili, e soprattutto fritture ed arrosti, dove si rivela indicatissimo. Il vino si sposa bene anche con ortaggi, zuppe, carni bianche ai ferri, insalate di pasta e formaggi a pasta molle. È possibile conservare lo Spiavento di Tenuta Coppadoro in cantina per un paio d’anni, o altrimenti berlo subito. Alla salute!