domenica, Aprile 21, 2024
HomeNewsBrad Pitt lancia una nuova sfida: le sue bollicine saranno le più...

Brad Pitt lancia una nuova sfida: le sue bollicine saranno le più buone?

Brad Pitt ha deciso di lanciarsi in una nuova sfida che esula da quella cinematografica. Le sue bollicine saranno le migliori nel mondo?

L’incantevole “Petite Fleur” di Brad Pitt: un champagne da sogno

C’è un nuovo nome che risuona nel mondo degli champagne, e si chiama Petite Fleur. Forse è il tocco di Brad Pitt a farlo sembrare subito il più sensuale tra le bottiglie disponibili sul mercato. Petite Fleur è come una melodia jazz, come un dolcetto sfizioso da una pâtisserie parigina, come un piccolo fiore da raccogliere e trasformare in un vino pregiato, pronto per essere stappato in un’occasione speciale.

Ebbene sì, forse visto chi è l’attore tutti si potrebbero far trasportare, ma la realtà è che la nuova incursione di Brad Pitt nel mondo dei vini francesi è estremamente intrigante. Dopo il noto successo di Fleur de Miraval (l’unica maison in Francia dedicata esclusivamente allo champagne rosé), il bel Brad presenta questa nuova cuvée con un’immagine più tradizionale (e, a parere degli esperti, anche più elegante) rispetto alle bottiglie precedenti.

La nuova vita da imprenditore di Brad Pitt

Non importa che lo champagne sia stato oggetto di discordia tra i Brangelina, un simbolo alcolico della loro tormentata rottura, un oggetto di contesa tra stelle ex-amanti che avremmo preferito non vedere.

Brad prosegue con la sua avventura imprenditoriale francese, lanciando una versione del suo champagne descritta come “più classica e accessibile”. Forse dal punto di vista del gusto, perché il prezzo non è certo alla portata di tutti, con bottiglie online che oscillano tra i 300 e i 450 euro.

Champagne Brad Pitt
Champagne Brad Pitt

Inizialmente, l’azienda aveva annunciato un prezzo inferiore ai cento euro a bottiglia, ma sembra che questo vino – lanciato in soli ventimila esemplari – sia già diventato un oggetto da collezione.

Petite Fleur: il fascino di un rosé

Anche Petite Fleur è uno champagne rosé, ottenuto da uve Chardonnay (95%) e Pinot Noir (5%) coltivate nella Côte de Blancs. Si tratta di un prodotto notevolmente diverso dal Fleur de Miraval, sia per il suo gusto che per la sua posizione sul mercato. La caratteristica principale che lo distingue dai vini precedenti firmati da Brad è l’assenza della Remise en Cercle, cioè una minore percentuale di vini di riserva.

Petite Fleur si apre con un bouquet di fiori primaverili, con note di peonia e biancospino, accompagnate da sentori di frutti rossi. In bocca è fresco e citrico, esattamente come ci si aspetterebbe da uno champagne che vanta quasi il 100% di uve Chardonnay.

E ora tutti si chiedono se presto si potrà vedere Brad Pitt stappare una bottiglia di Petite Fleur per celebrare un’occasione speciale.

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI