“C’era una volta il Riesling”…

E per fortuna c’è ancora! Con una linea di vini che strizza l’occhio al passato e ad un progetto elaborato dal fondatore dell’azienda, la cantina Losito & Guarini celebra i migliori vitigni dell’Oltrepò Pavese, come questo Riesling dalla forte personalità che andremo a degustare questa settimana.

Da un’idea elaborata decenni addietro da Michele Losito, nasce una collezione che intende celebrare un territorio della provincia di Pavia, noto per qualità dei propri prodotti, quale è il Riesling renano e italico, vitigno di origine centro-europea fra i più diffusi in zona con 1.500 ettari vitati.

Le uve nascono su terreni di tipo argilloso-limoso con presenza di calcare e gesso, l’allevamento è di tipo a spalliera e guyot; la vendemmia avviene manualmente, in cassetta, tra la fine di agosto e settembre, quando le uve vengono condotte in cantina e sottoposte a pigiadiraspatura. Successivamente si registra la criomacerazione per l’estrazione dei notevoli profumi del vitigno, in seguito la pressatura soffice con pressa pneumatica.

La fermentazione alcolica avviene alla temperatura controllata di 16° C con l’aggiunta di lieviti selezionati, dopodiché il vino è messo ad affinare in recipienti di acciaio inox. L’imbottigliamento avviene a freddo, con il prodotto finale che è messo in commercio con la gradazione di 12,5% vol.

Il “C’era una volta il Riesling fruttatoOltrepò Pavese Doc va servito in ampi calici a tulipano alla temperatura di servizio di 10-12° C. Il colore è giallo paglierino chiaro, con riflessi dorati; oscillando il vino nel bicchiere, si sprigionerà un potente e gradevolissimo bouquet di aromi fruttati (da qui l’indicazione del nome): netti sentori di pera Williams, mela, albicocca, pesca, ananas e frutti tropicali si uniscono a note floreali, balsamiche e di cioccolato bianco.

In bocca rivela l’ottima bevibilità, in virtù della propria freschezza, unita ad una giusta componente sapida, la buona struttura, il medio corpo e le sensazioni fruttate percepite all’olfatto; la persistenza è buona, con gradevoli sensazioni retro-nasali.

Gli abbinamenti migliori per il Riesling dell’azienda Losito & Guarini sono le pietanze a base di pesce, agli antipasti ai crostacei, dai molluschi al pesce arrosto, ma è ottimo anche per accompagnare pasta in bianco con legumi e pancetta, risotto con zafferano e zucchine, carni bianche poco condite, sformati di ortaggi, zuppe, funghi ripieni, oppure un gustoso aperitivo in compagnia. Alla salute!

Le Nostre Considerazioni

Profumi7.5
Gusto6.5
Equilibrio6.5
Persistenza6
Longevità5.5
Rapporto Qualità Prezzo7.5

Giudizio Finale di Vinos.it su questo Vino

6.6