Lison Classico Docg Mazzolada

Degustazione del Lison Classico Docg Mazzolada

Il Lison Classico Docg Mazzolada è un vino bianco ottenuto da uve Tocai friulano.

Un bianco profumato, equilibrato e dall’ottima bevibilità

Questa settimana facciamo un viaggio a Venezia, nel cui territorio nasce il Lison Classico Docg dell’azienda Mazzolada. Nota come “La cantina del falco”, la società è situata a Portogruaro, dove coltiva vitigni autoctoni ed internazionali in circa 95 ettari di vigneti.

Il vino che degusteremo è ottenuto da uve Tocai Friulano al 100%, coltivate nel territorio di Lison-Pramaggiore, sulla pianura veneta orientale, non distante dalla costa veneziana. Il suolo è di tipo calcareo dolomitico e argilloso, mentre il sistema di allevamento è a guyot e sylvoz, con circa 4.000 piante per ettaro.

Dopo la vendemmia, i grappoli vengono sottoposti a pressatura soffice, successivamente avviene l’immediata rimozione delle bucce per la vinificazione in bianco; la fermentazione è svolta con lieviti selezionati alla temperatura controllata di 15-16° C, per circa due settimane. Successivamente il vino è imbottigliato e messo in commercio con la gradazione di 13° C.

Il Lison Classico Docg Mazzolada va consumato fresco in calici a tulipano, alla temperatura di servizio di 10-12° C. Oscillando il vino nel bicchiere, noteremo un colore giallo paglierino carico, con riflessi dorati; al naso si resta piacevolmente impressionati dalla particolarità ed intensità degli aromi sprigionati, con sentori di albicocca, pesca, frutta esotica, ma anche noce. In bocca continua a sorprendere per l’equilibrio e l’eleganza, oltre che per la freschezza e la morbidezza; le componenti sono ben bilanciate, non manca una leggera punta di sapidità, ed un buon corpo e struttura. Il finale è persistente con un gradevole retrogusto di frutta secca.

Gli abbinamenti più appropriati per il Lison Classico Docg della cantina Mazzolada sono le pietanze a base di pesce, crostacei, pasta al salmone, pesce al forno o grigliato, ma anche salumi e formaggi non troppo stagionati, zuppe, ortaggi gratinati e carni bianche non troppo elaborate. E’ inoltre perfetto per essere degustato nel corso di un aperitivo. Alla salute!