Degustazione Nero d’Avola della Cantina Morgante

Un grande Nero d’Avola, elegante e profumato, che regala numerose sensazioni nel bicchiere: questa settimana facciamo visita all’azienda Morgante di Grotte, in provincia di Agrigento, da anni impegnata nella coltivazione e valorizzazione di vitigni autoctoni siciliani.

Sono circa 200 gli ettari coltivati dai titolari della cantina, interessati da estati molto calde ed umide, e forti escursioni termiche tra il giorno e la notte.

Le uve Nero d’Avola in purezza che danno vita alla bottiglia che degusteremo nascono su terreni di tipo calcareo-argilloso e a medio impasto, ubicati a 450-550 metri sul livello del mare.

La vendemmia dell’annata 2018 è stata svolta manualmente durante la prima metà di settembre, con i grappoli perfettamente maturi. Le uve sono state condotte in cantina, pigiate e messe a macerare in recipienti di acciaio inox alla temperatura controllata di 25-28° C. Dopo 15 giorni il mosto è stato separato dalle bucce ed è stata avviata la fermentazione malolattica in acciaio.

L’affinamento è stato svolto in barriques di secondo passaggio di rovere francese Allier e Troncaise, per alcuni mesi. In seguito all’imbottigliamento, il vino ha maturato ulteriormente per altri mesi prima di essere messo in commercio, con la gradazione di 14,5% vol.

Stappiamo il Nero d’Avola Sicilia Doc un’ora prima di degustarlo e versiamolo in ampi calici a tulipano, alla temperatura di servizio di 18° C. L’esame visivo ci restituirà un colore rosso rubino brillante, con riflessi porpora e violacei.

I profumi di questo vino sono intensi e gradevoli, spaziando dai mirtilli alle more, dalle ciliegie alle prugne scure; i sentori sono anche quelli della vaniglia, del pepe nero, del cioccolato bianco e del cuoio, mentre con l’ossigenazione emergeranno anche note di rosmarino e fiori appassiti.

In bocca è pieno, sorprendentemente fruttato e connotato da freschezza, caratteristiche che lo rendono equilibrato ed armonico; caldo, di buon corpo e ben strutturato, ha una trama tannica ben integrata ed un finale lungo e persistente.

A cosa abbinare il Nero d’Avola Sicilia Doc Morgante? Sicuramente ad una gran varietà di piatti, che spaziano dalla pasta alla Norma alle melanzane alla parmigiana, pasta al forno come timballi e cannelloni, dalle carni rosse alla brace a formaggi e salumi stagionati. Da provare anche con zuppe con legumi, ortaggi ripieni, pesce in umido ben condito e pasticcio di alici.

Si presta ad un invecchiamento in cantina di alcuni anni. Alla salute!

Ti consiglio di leggere l’intervista alla Cantina Morgante!

7.5 / 10 Voto Finale
Profumi
Gusto
Equilibrio
Persistenza
Longevità
Rapporto Qualità Prezzo