Degustazione Refosco dal peduncolo rosso Mazzolada - La Cantina del Falco

Degustazione Refosco dal peduncolo rosso Mazzolada – La Cantina del Falco

È il Refosco dal peduncolo rosso il protagonista della nostra degustazione settimanale: un vino rosso asciutto che si sposa molto bene con pietanze a base di carne.

A produrlo è l’azienda Mazzolada, nota come “La Cantina del falco”, situata a Portogruaro, vicino Venezia. In un’area di 95 ettari, vengono coltivati vitigni autoctoni ed internazionali, tra i quali anche il Refosco dal peduncolo rosso, utilizzato in purezza per la realizzazione di questo vino.

I terreni sono situati nelle pianure del Veneto orientale, nella zona di Lison-Pramaggiore: il suolo è di tipo calcareo-dolomitico e ricco di argilla, le coltivazioni sono potate a sylvoz.

La vendemmia ha luogo all’inizio dell’autunno, quando i grappoli vengono selezionati e condotti in cantina per essere diraspati e pigiati. In seguito, l’uva è messa a macerare in recipienti di acciaio inox, alla temperatura costante di 25-28° C, per un massimo di due settimane.

La vinificazione avviene con lieviti selezionati, sempre in acciaio. Dopo alcuni mesi, il vino è imbottigliato e messo in vendita con la gradazione di 12,5% vol.

Stappiamo il Refosco dal peduncolo rosso Lison-Pramaggiore Doc un’ora prima di degustarlo, quindi versiamolo in ampi calici a tulipano alla temperatura di servizio di 18-20° C.
Il colore è rosso rubino brillante, con riflessi violacei, tendenti all’aranciato a seconda dell’invecchiamento.

Mediante l’esame olfattivo percepiamo sentori floreali, soprattutto di viola e rosa, assieme ad aromi fruttati, come ciliegie, more, prugne, frutta sotto spirito; non mancano note di sottobosco.
In bocca è asciutto e dotato di freschezza, la trama tannica è in evidenza; non molto corposo e strutturato, è un vino equilibrato e mediamente persistente.

Gli abbinamenti perfetti per il Refosco dal peduncolo rosso Lison-Pramaggiore Doc Mazzolada sono le carni al forno, arrosto e in umido; ideale con selvaggina e bolliti, si sposa bene con primi piatti al ragù e preparazioni saporite a base di ortaggi.

Si presta ad un invecchiamento in cantina di almeno 5 anni, con la bottiglia coricata al buio. Alla salute!

6.8 / 10 Voto Finale
Profumi
Gusto
Equilibrio
Persistenza
Longevità
Rapporto Qualità Prezzo