Salento: lu sule, lu mare, lu jentu e… lu vino!

Questa settimana compiamo un viaggio in una delle zone della costa adriatica più famose in Italia, per la precisione a Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, per parlare di un grande vino rosso, il “Selvarossa” Salice Salentino Dop Riserva, prodotto da Cantine Due Palme.

Si tratta di uno dei prodotti di punta dell’azienda, che da svariati anni è insignito con il riconoscimento dei “Tre Bicchieri” della guida del Gambero Rosso e dei Cinque grappoli della guida Bibenda, un vino che è forte espressione della propria terra di provenienza: siamo di fronte infatti ad un prodotto caldo, profumato, intenso e dal gran carattere.
Così come previsto dal disciplinare della Dop del Salice Salentino, è composto per la maggior parte da uve Negramaro (85%) e per la restante porzione da Malvasia Nera.

Le piantagioni nascono su pianure assolate ricche di argilla e grafite, e che godono di un clima mite tutto l’anno e dei benefici influssi dei venti marini. Le viti sono del tipo ad alberello pugliese, la vendemmia si svolge manualmente nel mese di ottobre, quando i grappoli ben maturi vengono condotti in cantina. Qui parte dell’uva è sottoposta a pigiatura, mentre un’altra porzione è messa ad essiccare nel fruttaio, procedimento che conferirà al vino una maggiore robustezza e ricchezza organolettica.

Dopo la macerazione e la fermentazione alcolica, il mosto è messo ad affinare in barriques di rovere francese per 9 mesi, in seguito è imbottigliato e fatto maturare per altri mesi, prima di essere messo in commercio con la gradazione di 14.5% vol.

Il “SelvarossaSalice Salentino Dop Riserva va stappato un’ora prima di essere degustato, e versato in ampi calici a tulipano alla temperatura di servizio di 18-20° C. Possiede un colore rosso rubino intenso e impenetrabile, con riflessi violacei tendenti al granato. Ad un esame olfattivo emergono prepotentemente sentori di frutti rossi, confettura di mirtilli, datteri, foglia di pomodoro; successivamente, mano a mano che il vino si sarà ossigenato, saranno percepibili aromi di cuoio, caffè, cacao, liquirizia e note tostate.

Portandolo in bocca, il vino rivelerà la sua morbidezza ed eleganza: pieno, caldo e setoso, non presenta spigolosità ed ha una trama tannica perfettamente integrata, oltre che un finale lungo e ben persistente. È ideale abbinare il “Selvarossa” Salice Salentino Dop Riserva di Cantine Due Palme a primi piatti ben conditi, pasta al forno, carni rosse alla griglia, selvaggina da pelo in umido e formaggi e salumi anche molto stagionati. Perfetto anche come vino da meditazione, o per aperitivi importanti. Alla salute!


Profumi: 7
Gusto: 7,5
Equilibrio: 7,5
Persistenza: 7,5
Longevità: 7,5
Rapporto q/p: 7