Un vino rosso caratteristico ed intenso, espressione di una delle più piccole Doc d’Italia: questa settimana conosceremo il Lumen Riserva, un Controguerra Rosso Doc prodotto dalla cantina Illuminati, in Abruzzo.

Siamo in provincia di Teramo, area nella quale si registra l’unica Docg d’Abruzzo per ciò che riguarda il Montepulciano, ma in questo caso siamo di fronte ad una piccola Denominazione d’origine controllata che prende il nome dal paese nel quale vengono coltivate le uve corrispondenti, Controguerra per l’appunto.

Per la realizzazione di questo tipo di vino, alle celebri uve Montepulciano, caratteristiche dell’intera regione, vengono affiancate quelle Cabernet Sauvignon, rispettivamente presenti per il 70% ed il 30% del totale. I terreni sono situati a Controguerra ad un’altitudine di 295 metri sul livello del mare; il suolo è caratterizzato dalla presenza di argilla, mentre i vigneti sono coltivati sia con la tecnica della controspalliera (5.000 ceppi per ettaro) che del tendone (1.100 ceppi per ettaro).

Durante la vendemmia, che avviene ad inizio ottobre per il Cabernet Sauvignon e nella seconda settimana del mese per il Montepulciano (il Lumen Riserva viene prodotto solo nelle annate ottimali), le uve vengono selezionate, condotte in cantina e diraspate; alla pigiatura soffice segue la vinificazione separata in recipienti di acciaio inox, alla temperatura controllata di 28-30° C per circa 15 giorni. Al termine della fermentazione malolattica, i vini vengono assemblati e messi a maturare per 18 mesi in barriques di diverse varietà di rovere. Dopo l’imbottigliamento, il vino affina ulteriormente almeno altri 12 mesi prima di essere commercializzato con la gradazione di 14,5% vol.

Stappiamo il Lumen Riserva Illuminati almeno un’ora prima di consumarlo e versiamolo in ampi calici di tipo Bordeaux alla temperatura di servizio di 18° C. Nel bicchiere noteremo un liquido denso dal colore rosso rubino intenso, dai riflessi violacei o granati, a seconda dell’invecchiamento. L’olfatto sarà catturato da un intenso bouquet di sentori fruttati e speziati, nei quali spiccano aromi di frutti di bosco (mora, ribes), ciliegie, prugne, ma anche cioccolato, cuoio, pepe ed altre note dovute alla permanenza in botte. In bocca il Lumen è corposo, strutturato, morbido, rotondo ed elegante, con tannini dolci ed un finale lungo nel quale emergono sensazioni fruttate.

Per esaltare questo Controguerra Doc l’abbinamento migliore è quello con i piatti della cucina abruzzese, o comunque pietanze saporite e robuste, come primi piatti di pasta al ragù, timballi, carni rosse, selvaggina, cacciagione da pelo, carni alla brace e salumi e formaggi stagionati e anche piccanti.

Il Lumen Riserva Illuminati ben si presta all’invecchiamento in cantina. Alla salute!