lunedì, Maggio 27, 2024
HomeNewsEmanuele Calabri: chi è lo chef che ha detto addio a Cannavacciuolo...

Emanuele Calabri: chi è lo chef che ha detto addio a Cannavacciuolo per seguire il suo sogno?

La fame è spesso definita il miglior cuoco, ma quando si ha la passione e la dedizione di Emanuele Calabri, un giovane chef cresciuto a Mori, il risultato è molto più di semplice fame. A quasi 28 anni, Emanuele ha fatto un percorso straordinario nel mondo della cucina, culminando nella sua posizione attuale come Head Chef al ristorante italiano “Bellini’s” nel resort di lusso Joali, situato sull’isola di Muravandhoo nell’atollo di Raa nelle Maldive.

L’inizio dell’avventura

La sua avventura culinaria ha avuto inizio con una formazione presso l’istituto alberghiero del Centro di Formazione Professionale di Riva del Garda, un percorso che avrebbe poi plasmato il suo futuro. In particolare, il suo ultimo anno di formazione includeva uno stage in un ristorante o albergo. Emanuele aveva un obiettivo chiaro fin dall’inizio: lavorare con lo chef Antonino Cannavacciuolo presso Villa Crespi, un ristorante con due stelle Michelin all’epoca.

La sua perseveranza ha portato a un’opportunità straordinaria. Terminato lo stage, è stato invitato a tornare a Villa Crespi, questa volta come aiuto cuoco nella brigata di Cannavacciuolo. Questa esperienza ha aperto la strada a molte altre opportunità in ristoranti stellati, fino a diventare Head Chef al Bellini’s a Muravandhoo.

La pandemia ha rappresentato una sfida significativa per il settore culinario, ma Emanuele Calabri ha dimostrato la sua resilienza. Ha iniziato il 2020 presso il ristorante Maaemo ad Oslo, Norvegia, un ristorante con tre stelle Michelin. Tuttavia, le restrizioni di viaggio hanno complicato la sua esperienza e ha dovuto tornare in Italia, dove ha continuato a lavorare con chef di alto livello, tra cui Davide Caranchini a Cernobbio.

Joali Resort alle Maldive

Dalle Alpi alle spiagge delle Maldive: il viaggio di Emanuele Calabri

Alla fine del 2020, ha ricevuto una chiamata che avrebbe cambiato la sua vita: l’opportunità di dirigere la cucina di un ristorante italiano nelle Maldive. Ha accettato con entusiasmo e da gennaio 2021 è diventato l’Head Chef del Bellini’s nel resort Joali a Muravandhoo.

Emanuele sottolinea le sfide di lavorare alle Maldive, dove la gestione delle forniture alimentari è complessa a causa dell’isolamento geografico. Tuttavia, riesce a garantire la freschezza e la qualità dei prodotti europei con dedizione e precisione.

Il futuro dellla giovane promessa

Nonostante l’amore per le Maldive, Emanuele sogna di tornare vicino a casa un giorno e aprire il suo ristorante, coniugando la sua vita privata e lavorativa. La sua carriera culinaria è un esempio di come la passione, la determinazione e l’umiltà possono portare a risultati straordinari.

Emanuele Calabri ha un messaggio per i futuri studenti dell’Alberghiero di Riva: seguite sempre i vostri sogni e credete in voi stessi, perché è questo il cambiamento che vi permetterà di migliorare e di affinare la vostra qualità!

Con la sua dedizione e il suo talento culinario, Emanuele Calabri continua a ispirare sia gli amanti della cucina che i giovani chef in erba, dimostrando che con passione e impegno, si possono raggiungere traguardi straordinari.

Previous article
Next article
RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI