Elena e Giulio Pantaleoni

Intervista a La Stoppa, un’antica cantina della Val Trebbiola

Un’azienda fondata più di cento anni fa

Oggi, siamo a Loc. Ancarano di Rivergaro, in provincia di Piacenza, in compagnia de La Stoppa, un’antica azienda vinicola, fondata più di cento anni fa e acquistata negli anni Settanta dalla famiglia Pantaleoni. Dalla metà degli anni Novanta, Elena Pantaleoni conduce l’azienda.

Come ci racconta Elena: “La mia personale avventura nel mondo del vino è iniziata quando i miei genitori acquistarono La Stoppa. All’epoca avevo 8 anni, vivevamo in città e la campagna era il luogo di parte delle vacanze estive. Ho iniziato a lavorare a tempo pieno in azienda nel 1991, dopo aver viaggiato e avuto una libreria/negozio di dischi in città per 4 anni. Credo volessi essere indipendente e dimostrare ai miei che ce la potevo fare da sola, oltre ad avere una gran passione sia per la lettura che per la musica. Piano piano ho capito cosa significasse avere una vigna, fare vino, gestire un’azienda di 58 ettari, di cui 30 a vigneto con l’aiuto di Giulio Armani, che era entrato in azienda nel 1980 e una squadra di collaboratori che si è formata nel tempo. La scelta di vivere in campagna mi ha da subito portato a fare un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e al contempo di lavorare sull’identità, cercando anche nei vini di intervenire poco e lasciare che esprimano le caratteristiche del luogo e dell’annata”.

La Stoppa, infatti, produce vino prevalentemente con uve locali, Barbera e Bonarda per i rossi e Malvasia di Candia Aromatica per i bianchi.

Come ci spiega Elena: “Siamo in provincia di Piacenza,  sulle prime colline della Val Trebbia, a 250 mt sul livello del mare. Solitamente il clima è caldo secco, abbastanza areato, i terreni sono rossi, argillosi, ricchi di ferro e poveri di azoto, più adatti a vini da lungo invecchiamento. A parte il Trebbiolo che rimane in acciaio e viene messo in vendita dopo circa un anno, tutti gli altri vini fanno una lunga permanenza in legno: Macchiona, assemblaggio di Barbera e Bonarda, Camporomano, Barbera 100%, Riostoppa, Merlot e altri vitigni bordolesi minori e Ageno, unico bianco secco a base di Malvasia di Candia Aromatica, che fa una lunga macerazione sulle bucce, circa 4 mesi e affinato in tini di legno da 40 hl. Produciamo anche due vini dolci, Vino del Volta con uve appassite al sole di Malvasia di Candia Aromatica e Buca delle Canne, 100% Semillon botritizzato. Tutti i mosti fermentano spontaneamente senza aggiunta di lieviti, proprio per mantenere le caratteristiche del luogo e dell’annata”.

Se il loro vino di punta fosse una persona (la Macchiona), Elena Pantaleoni non ha dubbi, sarebbe un po’ chiuso all’inizio, ma una volta conosciuto, ti sarà amico per sempre. Affidabile e strutturato.

Grazie alla cantina La Stoppa per questa piacevole chiacchierata!