Morgante Vini

Intervista alla Cantina Morgante, a tutto Nero d’Avola!

Oggi siamo nella splendida campagna di Grotte, in provincia di Agrigento, a una ventina di chilometri dalla Valle dei Templi… la famiglia Morgante produce vino da almeno tre generazioni, ma con il vino in bottiglia ha iniziato nel 1998, dopo il fortunato incontro con il grande enologo Riccardo Cotarella, con il quale pianifica e perfeziona le tecniche di vinificazione per produrre grandi vini da un unico vitigno: il Nero d’Avola.

In Sicilia il rosso per eccellenza è il Nero d’Avola, ma la famiglia Morgante ha scelto di declinare questo importante vitigno autoctono anche in rosa e persino in bianco. L’azienda, infatti, produce due versioni di Nero d’Avola rosso, il Don Antonio (con affinamento di 12 mesi in barriques e affinamento in bottiglia di 12 mesi), e un’altra versione con breve affinamento in barriques, seguito da affinamento in bottiglia di qualche mese; il rosato e il bianco.

Per noi – come ci spiega Carmelo, che insieme al fratello Giovanni e al capostipite Antonio porta avanti l’azienda – Il territorio di partenza è fondamentale, è la sua stessa ragion d’essere, poiché possiede le caratteristiche pedoclimatiche ideali per la produzione di Nero d’Avola di alta qualità. Questo vitigno, non a caso, è antichissimo… risale alla colonizzazione greca, e proprio come allora, ancora oggi, è allevato ad alberello”.

Se il loro vino di punta fosse una persona (Don Antonio), Carmelo non ha dubbi, sarebbe sontuoso e affascinante!

Grazie alla Cantina Morgante per questa bella chiacchierata!