martedì, Giugno 18, 2024
HomeNewsEffetto Ferragni sui food influencer: nuove regole anti-marchette. I food influencer sotto...

Effetto Ferragni sui food influencer: nuove regole anti-marchette. I food influencer sotto accusa

L’effetto Ferragni colpisce i food influencer. In un colpo di scena senza precedenti, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha varato nuove linee guida contro la pubblicità occulta, coinvolgendo anche i re del mondo del food. L’obiettivo è porre fine all’inganno dei contenuti sponsorizzati mascherati da normali ricette, un fenomeno noto come “Pandoro-Gate”. La stretta, ispirata dall’effetto Ferragni, prevede multe salate che possono arrivare fino a 600 mila euro.

Le regole del gioco

Le nuove disposizioni dell’Agcom impongono che nei video commerciali la dicitura “Pubblicità” sia chiaramente visibile, scritta in maiuscolo e a caratteri grandi. Le sanzioni per chi trasgredisce possono raggiungere cifre notevoli, arrivando fino a 258.288 euro e ulteriori aumenti nel caso di violazioni delle norme riguardanti i minori. Attualmente, queste regole si applicano a influencer con oltre un milione di follower e un engagement rate superiore al 2% in almeno una piattaforma.

Effetto Ferragni: la mappa degli Influencer nel mirino

Per capire chi sono i food influencer coinvolti, abbiamo combinato il numero totale di follower con l’engagement rate. Tra i nomi di spicco, troviamo la regina delle ricette su Instagram, Benedetta Rossi, con oltre 4.8 milioni di follower. La sua cucina semplice ha attirato l’attenzione delle aziende, portando a un aumento dei contenuti sponsorizzati.

La cucina vegana e le star di TikTok

La cucina vegana è rappresentata dalla “Queen” Carlotta Perego di Cucina Botanica, con oltre un milione di follower. Anche Sonia Peronaci di Giallo Zafferano, con un patrimonio di oltre 3.6 milioni di follower su varie piattaforme, è coinvolta nella stretta. TikTok è diventato il regno dei giovani food influencer. Rafael Nistor, con 8.6 milioni di follower, e Andriana Kulchytska, la “ragazza con l’accento”, sono tra i nomi coinvolti. Anche Diletta Secco, Aurora Cavallo, Umberto Gazerro e Nicola Jiang si trovano nel mirino dell’Agcom.

Le coppie di successo

Tra le coppie influenti ci sono Francesca Giovinazzo e Tommaso Fogliata, con 1.1 milioni di follower su Instagram, e il duo Raffaele e Caterina, i “2 food fit lovers”, con oltre 1.6 milioni di follower tra Instagram e TikTok.

Prossimi passi: codice di condotta

Il documento dell’Agcom prevede l’avvio di un Tavolo tecnico per l’adozione di un codice di condotta, definendo le misure cui gli influencer dovranno attenersi. L’obiettivo è evitare un nuovo “Pandoro-Gate” e multe milionarie. La stretta anti-marchette, ispirata dall’effetto Ferragni, sta rivoluzionando il modo in cui gli influencer del food dovranno affrontare la sponsorizzazione dei loro contenuti.

Impatto sul futuro degli Influencer

Queste nuove regole segnano un cambio di passo nel mondo degli influencer del food, imponendo trasparenza e chiarezza nella sponsorizzazione dei contenuti. L’Agcom, attraverso il Tavolo tecnico, mira a definire un codice di condotta che delineerà ulteriormente le misure cui gli influencer dovranno attenersi.

L’analisi della mappa degli influencer coinvolti rivela la vastità dell’industria del food influencer. Dall’incontestata Benedetta Rossi con i suoi 4.8 milioni di follower, alla giovane sensazione di TikTok, Rafael Nistor, con i suoi 8.6 milioni di seguaci, l’impatto di queste regole si fa sentire su un ampio spettro di personalità del mondo culinario.

effetto Ferragni
effetto Ferragni

TikTok, con la sua crescita rapida, ha aperto nuove opportunità per i giovani food influencer. Andriana Kulchytska e Diletta Secco sono solo due esempi di come questa piattaforma stia plasmando la narrativa culinaria online.

Effetto Ferragni: nuove strategie per evitare multe

Con l’avvio del Tavolo tecnico, gli influencer del food dovranno rivedere le loro strategie di sponsorizzazione. Evitare l’inganno diventa cruciale, e il rispetto delle nuove regole potrebbe richiedere un adattamento significativo nelle dinamiche di creazione e condivisione di contenuti.

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI