Perla del Garda

Intervista alla cantina Perla del Garda in provincia di Brescia

Un’azienda che ha deciso di valorizzare il vitigno autoctono Turbiana o Trebbiano di Lugana.

L’unica azienda che interpreta tutte le tipologie del disciplinare del Lugana Doc

Oggi siamo in provincia di Brescia, a Lonato di Garda, dove si trova la cantina Perla del Garda. Come ci racconta Giovanna Prandini, titolare dell’azienda insieme al fratello Ettore, hanno sempre prodotto e venduto l’uva, ma solo nel 2000 hanno pensato di fare il grande passo della vinificazione. La prima bottiglia a marchio Perla del Garda è arrivata nel 2006.

Il nostro desiderio – come ci spiega Giovanna – era di valorizzare il vitigno autoctono, il Turbiana o Trebbiano di Lugana, capace di dare vini piacevolissimi da giovani ma anche vini di grande complessità e longevità dopo qualche anno di invecchiamento. Oggi possiamo dire con orgoglio che siamo l’unica azienda che interpreta tutte le tipologie del disciplinare del Lugana Doc , solo da uve di nostra produzione, a km 0!”.

Se il loro Lugana fosse una persona, per Giovanna sarebbe coraggioso e fiero, elegante e deciso nella sua personalità, poco incline al compromesso. Sincero nel dichiarare la propria origine, che non segue le mode, ma si propone con onestà e trasparenza.

Se Giovanna finisse su un’isola deserta e avesse la possibilità di portare con sé due vini non ha dubbi, sarebbe il Madre Perla e per fagli compagnia il Lugana Bio, ultimo nato nella famiglia! Sarebbero di certo una bella coppia.

Grazie a Perla del Garda per questa piacevole chiacchierata!