venerdì, Marzo 1, 2024
HomeNewsLorenzo Biagiarelli contro Adnkronos: la verità sul mancato invito alla 'Festa del...

Lorenzo Biagiarelli contro Adnkronos: la verità sul mancato invito alla ‘Festa del Bio’ di Milano

La vicenda che vede contrapposti Lorenzo Biagiarelli e la coppia Selvaggia Lucarelli contro l’agenzia Adnkronos sulla mancata partecipazione del cuoco alla “Festa del Bio” di Milano continua a tenere banco, generando discussioni accese sia sui social che sulle pagine dei media. La complessità delle dinamiche tra personaggi pubblici e le agenzie di stampa emerge in tutta la sua evidenza, delineando un quadro intricato di accuse reciproche.

Lorenzo Biagiarelli contro Adnkronos: la vicenda

Adnkronos aveva inizialmente pubblicato un breve articolo in cui spiegava le ragioni dietro l’assenza di Biagiarelli alla “Festa del Bio”. Secondo l’agenzia, il cuoco non sarebbe stato invitato a causa dell’eco mediatico generato dalle polemiche relative al suicidio della ristoratrice di Lodi, in cui Selvaggia Lucarelli è stata fortemente coinvolta. Questa affermazione ha scatenato una reazione immediata da parte di Biagiarelli.

La replica sui social di Lorenzo Biagiarelli

Il cuoco, visibilmente infastidito, ha scelto di esprimere il suo dissenso attraverso i canali social. “Leggo con stupore che secondo Adnkronos (che non mi ha contattato per accertarsi della veridicità della notizia) quest’anno sarei stato escluso dagli ospiti della Festa del Bio di Milano”, ha dichiarato Biagiarelli su X. “Parola degli organizzatori, che avrebbero preso questa decisione ‘a causa della troppa esposizione mediatica sul caso di Lodi’”. Ha inoltre smentito di aver mai ricevuto un invito per l’evento e di essere stato il protagonista degli anni precedenti.

La reazione di Selvaggia Lucarelli

Anche Selvaggia Lucarelli, compagna di Biagiarelli, ha preso posizione sulla vicenda, sollevando dubbi sulla provenienza della notizia e chiedendosi se Adnkronos abbia verificato accuratamente le informazioni prima di pubblicarle. Lucarelli ha evidenziato il rischio di diffusione di notizie false e la mancanza di verifica da parte di un’agenzia di stampa di rilievo come Adnkronos.

La replica di Adnkronos

Il direttore dell’agenzia, Davide Desario, ha rilasciato una dichiarazione ufficiale per difendere il pezzo finito sotto i riflettori. Ha confermato il contenuto dell’articolo, ribadendo che Biagiarelli è stato escluso dalla “Festa del Bio” a causa della sua esposizione mediatica dopo il tragico suicidio della ristoratrice di Lodi. Desario ha sottolineato la mancanza di richieste formali di rettifica da parte di Biagiarelli, criticando la scelta della coppia di esprimere le proprie lamentele sui social anziché seguire le procedure legali appropriate.

Conclusioni

La polemica tra Biagiarelli, Lucarelli e Adnkronos continua a tenere alta l’attenzione del pubblico. L’incidente mette in evidenza la delicata relazione tra personaggi pubblici e media, con accuse reciproche che alimentano un dibattito acceso. La questione solleva anche interrogativi più ampi sulla verifica delle notizie e sulla responsabilità delle agenzie di stampa nell’era digitale. Resta da vedere come evolverà la situazione. Le parti coinvolte riusciranno a trovare un punto di incontro? O il confronto proseguirà attraverso i canali social e mediatici?

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI