lunedì, Aprile 15, 2024
HomeNewsSalone del Vino Torino: un'esperienza unica per gli amanti del vino

Salone del Vino Torino: un’esperienza unica per gli amanti del vino

Il Salone del Vino torna a Torino con una formula ampliata e ricca di novità, promettendo di offrire un’esperienza indimenticabile per gli amanti del vino. Dal 2 al 4 marzo, la città ospiterà questo evento straordinario, che rappresenterà un’opportunità unica per scoprire le specificità e le radici vinicole del Piemonte, guardando al futuro attraverso la lente della sostenibilità.

Salone del Vino Torino: novità e coinvolgimento regionale

La kermesse vedrà la partecipazione di 500 cantine provenienti da tutto il Piemonte, offrendo un’ampia varietà di esposizioni, degustazioni e masterclass. Questa seconda edizione si svolgerà presso le Ogr e il Museo del Risorgimento, con l’hub di corso Castelfidardo promosso a location principale. Inoltre, sarà organizzata una settimana di eventi diffusi in tutta la città di Torino, che coinvolgerà diverse aree, dai quartieri storici ai locali più trendy.

Partecipazione della Valle d’Aosta e variegato panorama enologico

Una delle grandi novità di quest’anno è il coinvolgimento della Valle d’Aosta, che sarà la prima regione ospite di questo evento in crescita. Con diciotto consorzi e associazioni provenienti da diverse regioni, tra cui Langhe, Monferrato, Roero e Ovadese, il Salone del Vino offre un panorama completo della ricchezza vinicola del Piemonte.

Promozione della ricerca e della cultura

Inoltre, è stata istituita una importante novità: un comitato scientifico per l’analisi e la ricerca sull’intera filiera, in collaborazione con il Dipartimento di Management dell’Università di Torino e il Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari.

Il presidente dell’Associazione Klug, Luca Spadon, sottolinea l’importanza della programmazione culturale del Salone, che affronta tematiche attuali come l’uguaglianza di genere, l’inclusione sociale, la responsabilità sociale d’impresa e il cambiamento climatico.

Salone del Vino Torino: supporto e accoglienza delle autorità locali

Il sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, ha espresso entusiasmo per il ritorno del Salone del Vino, evidenziando come questa manifestazione rappresenti un’opportunità unica per la città di promuovere non solo la cultura del vino, ma anche la sua capacità di ospitare eventi di rilievo internazionale.

Accessibilità e programma dettagliato

Non solo destinato agli addetti ai lavori, il Salone del Vino sarà aperto al grande pubblico, offrendo la possibilità di acquistare pacchetti per degustazioni e masterclass sul sito dedicato, che sarà cashless per una maggiore comodità. Il programma completo degli eventi off sarà disponibile online, offrendo un’anteprima delle numerose iniziative che coinvolgeranno la città dal 27 febbraio al 1 marzo.

Conclusioni

Il Salone del Vino a Torino promette di essere un evento imperdibile per tutti gli appassionati del buon vino, un’occasione unica per immergersi nella cultura enologica del Piemonte e oltre, tra tradizione e innovazione. Con un programma ricco di degustazioni, esposizioni e eventi culturali, questo Salone del Vino si conferma come un punto di riferimento per il settore vinicolo e un momento di festa per la città di Torino.

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI