vino Falanghina campania prezzo abbinamenti

Ti presento il vino Falanghina, un vanto per la Campania

Il vino Falanghina è un bianco, fresco e fruttato, che non ha nulla da invidiare ai più noti vini campani. Negli ultimi anni, infatti, ha abbandonato l’identità di semplice vino…

Il vino Falanghina è un bianco, fresco e fruttato, che non ha nulla da invidiare ai più noti vini campani. Negli ultimi anni, infatti, ha abbandonato l’identità di semplice vino da tavola, per affermarsi come uno dei bianchi più apprezzati in tutta Italia, insieme al Greco di Tufo e al Fiano di Avellino.

Vino Falanghina, provenienza

Il vitigno si fa risalire al periodo della colonizzazione greca, il suo nome, infatti, deriverebbe dal greco falangos, mutuato poi dai Latini in phalange, in riferimento ai famosi pali che anticamente venivano usati, appunto, per sostenere le viti. La Falanghina è molto diffusa in tutta la Campania, ma le zone più vocate si trovano nell’area vulcanica dei Campi Flegrei e sui monti del Sannio.

Falanghina del Sannio

Va precisato che alla Falanghina del Sannio (prodotta nell’intero territorio della provincia di Benevento) è riconosciuto un valore particolare. Si distinguono 4 sottozone tipiche: Solopaca, Guardiolo, Taburno e Sant’Agata dei Goti.

Vino Falanghina, caratteristiche

Questo vino si fa subito notare per il suo colore giallo paglierino e il suo profumo, caratterizzato da note floreali, aromi fruttati e sentori di minerali (dovuti ai suoli di origine vulcanica). Sorseggiando la Falanghina si percepiscono una buona acidità e un retrogusto di frutti tropicali. La vinificazione, solitamente, avviene senza l’uso di legno, ma in botti d’acciaio, che ne preservano la fragranza aromatica. Il vitigno è utilizzato in molte Doc della Campania, come il Falerno del Massico Bianco o il Vesuvio, solo per fare qualche esempio.

Vino Falanghina, abbinamenti

La Falanghina si abbina in modo spettacolare ai primi e ai secondi piatti a base di pesce. Degustatelo con il risotto agli scampi, con gli spaghetti alle vongole o con il pesce alla griglia o al forno e non vi pentirete! Nella versione Passito accompagna molto bene formaggi stagionati e piccola pasticceria secca. La temperatura di servizio consigliata per questo vino è di 8-10°C.