L’Amarone della Valpolicella è considerato uno dei vini rossi veneti più pregiati ed è particolarmente apprezzato anche all’estero. Prodotto con le stesse uve del Valpolicella Classico e del Recioto, cioè Corvina, Molinara e Rondinella, ma lasciate ad appassire su graticci detti “arelle”, per far aumentare il grado zuccherino e gli aromi.

Vino Amarone, caratteristiche

L’Amarone della Valpolicella è un vino passito secco, strutturato ed elegante e viene prodotto esclusivamente in provincia di Verona. Alla vista si presenta di un colore rosso rubino intenso, che con l’invecchiamento tende al granato. Il profumo ricorda la frutta passita, il tabacco, la ciliegia, il ribes, il cioccolato e le spezie. Al palato si presenta asciutto, ma molto morbido e spiccano le note di frutta passita.

Vino Amarone, prezzo

Il prezzo dell’Amarone della Valpolicella è piuttosto elevato, si parte da un minimo di 30 euro. Il costo elevato è giustificato dall’attenta selezione a mano dei grappoli, dalla cura costante e certosina durante l’appassimento sui graticci (i grappoli vengono stesi tutti nello stesso verso, in unico strato, senza accavallamenti, eliminando di volta in volta gli acini ammuffiti o marci), e dalla lunga stagionatura in botti di rovere, dove l’affinamento avviene molto lentamente. Sebbene il disciplinare fissi in tre anni circa il tempo minimo che deve intercorrere tra la vendemmia e la commercializzazione, molte cantine preferiscono seguire il metodo tradizionale, lasciando il vino nelle botti per quattro o cinque anni.

Vino Amarone, abbinamenti

L’Amarone della Valpolicella si sposa perfettamente con i piatti a base di carne (brasati, arrosti, spezzatini), ma anche alla selvaggina e al pollame. Si adatta bene anche ai primi piatti (pasta e fagioli, pappardelle con i fegatini, ragù, ecc.). È ottimo con i formaggi stagionati e i salumi. Questo tipo di vino va servito a una temperatura di servizio di 18-20°C. Per una degustazione ottimale, gli esperti consigliano di stappare la bottiglia qualche ora prima e in caso di vino invecchiato, di farlo decantare in caraffa. I bicchieri ideali per apprezzare questo vino sono ampi, in modo che gli aromi possano sprigionarsi al meglio.