Il vino bianco, al pari di quello rosso, vanta effetti positivi sulla salute. Secondo diverse ricerche, infatti, un bicchiere al giorno protegge cuore e reni.

Vino bianco, proprietà e benefici

Nel vino bianco sono presenti alcuni composti, come Tirosolo e Idrossitirosolo (si trovano anche nell’olio extravergine di oliva), che hanno spiccate proprietà antiossidanti. Inoltre, secondo uno studio pubblicato recentemente sulla prestigiosa rivista PLoS One (coordinato dall’Università di Milano), l’effetto benefico sul sistema cardiovascolare è potenziato dall’acido caffeico, che agisce anche sui reni. Dosi modeste di questo acido fenolico, infatti, sono in grado di aumentare la biodisponibilità dell’ossido nitrico, una molecola minuscola, che però svolge numerosi e importantissimi ruoli nel nostro organismo. Un deficit di ossido nitrico, oltre ad aumentare il rischio cardiovascolare, è associato a disturbi della memoria, Alzheimer, problemi alla vescica.

Per non vanificare i benefici del vino, tuttavia, non bisogna superare le dosi suggerite: due bicchieri al giorno per gli uomini e uno per le donne, sempre durante i pasti e mai a stomaco vuoto. Qui trovate una piccola guida sulla quantità giornaliera consigliata.

Vino bianco fa male al colesterolo?

L’alcol contenuto nel vino ha un effetto protettivo sul sistema cardiovascolare, poiché aumenta il colesterolo “buono” e diminuisce i processi che portano alla formazione di coaguli di sangue. Inoltre, i polifenoli in esso contenuti, svolgono un’azione antiossidante.

Vino bianco fa male allo stomaco?

Il vino, sia bianco che rosso, migliora le funzioni digestive, a partire dalla bocca dove aumenta la salivazione per continuare nello stomaco dove aumenta la secrezione di gastrina e succhi gastrici.