Il vino Ramisco portoghese prende il nome dal vitigno omonimo a bacca rossa, diffuso esclusivamente nella zona di Colarès, a nord-ovest di Lisbona. Affonda le sue radici in terreni sabbiosi lungo le rive dell’Atlantico ed è l’unica varietà in Portogallo a non essere mai stata innestata su piede americano.

Vino Ramisco portoghese, storia e curiosità

Oggi il vino Ramisco (la DOC Colarès) è a rischio di estinzione a causa dell’urbanizzazione selvaggia (essendo a meno di 1 ora da Lisbona) e pensare che una volta questa zona era paragonata a Bordeaux, non solo per i suoi vini interessanti, ma anche per i quantitativi che venivano prodotti. Oggi la crescita economica sta cancellando un pezzo di storia e dai 1800 ettari di vigneto (registrati nel 1930) si è passati ai 50 ettari…

Colarès è diventata famosa verso la fine del XIX secolo, quando risultò essere una delle poche zone europee, dove la vite aveva resistito al flagello della filossera. Non è il Ramisco in realità a essere immune a questo parassita, piuttosto è il calore della sabbia che ne ha impedito la sopravvivenza. Questo aspetto tuttavia ha reso faticosa la coltivazione, perché per consentire alle radici di affondare nell’argilla è necessario scavare buche molto profonde, anche 2 metri.

La vite viene coltivata bassa e si sviluppa in orizzontale, protetta dai muretti di pietra o di canne che fungono da scudo contro i venti provenienti dall’Oceano Atlantico che rischiano di bruciare i grappoli d’uva. Il vino che si ottiene, detto anche solamente Colarès, è un rosso elegante, spiccatamente profumato, che si presta a lungo invecchiamento. C’è da dire che tali caratteristiche sono un po’ insolite, perché solitamente i suoli sabbiosi sono poco adatti a dare vini longevi e raffinati, ma il segreto è presto spiegato: dopo lo strato superficiale di sabbia vi si trova l’argilla quindi le radici possono ricavare il necessario apporto di acqua; il calore della sabbia evita la diffusione dei parassiti e i venti, con l’aiuto dell’uomo, mitigano la temperatura senza intaccare i grappoli d’uva. Con questo metodo si è coltivato un vino che forse non sarebbe mai esistito.

Vino Ramisco portoghese, prezzo

Questo vino, a differenza del Porto, è quasi introvabile, ma se vuoi assaggiarlo ti consiglio il Colares Chitas Riserva Rosso, che costa intorno ai 20 euro.