venerdì, Marzo 1, 2024
HomeNewsAntonino Cannavacciuolo: apertura di un resort nel Monferrato, ma due chef lasciano...

Antonino Cannavacciuolo: apertura di un resort nel Monferrato, ma due chef lasciano il gruppo

Il celebre chef Antonino Cannavacciuolo continua a stupire il panorama culinario italiano con le sue nuove iniziative, ma anche con alcune perdite nel suo staff di cucina. Il suo ultimo colpo è l’inaugurazione de Le Cattedrali Relais, un resort a cinque stelle nel suggestivo contesto delle campagne di Asti, nel Monferrato. Questo nuovo progetto si aggiunge all’impero dell’ospitalità che Cannavacciuolo ha saputo costruire nel corso degli anni, a partire dalla rinomata Villa Crespi sul Lago d’Orta.

Antonino Cannavacciuolo apre un resort nel Monferrato

Antonino Cannavacciuolo continua a dimostrare la sua intraprendenza nel settore dell’ospitalità con l’inaugurazione de Le Cattedrali Relais, un resort che promette un’esperienza di lusso immersa nella bellezza delle campagne astigiane. Questo nuovo progetto rappresenta un ulteriore passo avanti nella carriera culinaria del celebre chef, consolidando la sua presenza nel panorama gastronomico italiano.

Perdita di due chef nei bistrot di Novara e Torino

Tuttavia, insieme alle novità positive, arrivano anche dei cambiamenti inaspettati. Due chef di lunga data hanno deciso di lasciare il gruppo Cannavacciuolo, lasciando un vuoto nelle cucine dei suoi bistrot di Novara e Torino. Vincenzo Manicone, chef del bistrot di Novara, ha annunciato il termine della sua collaborazione e il suo ingresso come capo brigata al Ristorante Tancredi sul Lago di Garda. Questo è un colpo significativo per il gruppo, considerando l’importanza di Manicone nel mantenere lo standard di eccellenza culinaria nei ristoranti di Cannavacciuolo.

Nuove sfide per Antonino Cannavacciuolo

Anche se non ci sono conferme ufficiali dal gruppo di Cannavacciuolo, i cambiamenti sembrano essere già in corso, come suggerito dalle attività sui social media di Manicone e dalle dichiarazioni del Ristorante Tancredi. Tuttavia, Cannavacciuolo è noto per la sua capacità di scoprire e formare giovani talenti culinari. È probabile che nuovi chef verranno presto introdotti per mantenere l’alta qualità gastronomica dei suoi ristoranti.

Il futuro dell’impero Cannavacciuolo

I ristoranti di Cannavacciuolo sono sempre stati strettamente associati alla sua firma e alla sua personalità, ma gli chef che ha formato hanno spesso dimostrato di avere il proprio talento e di poter emergere anche al di fuori del suo marchio. Pertanto, nonostante le defezioni recenti, è probabile che Cannavacciuolo continuerà a prosperare con il suo marchio di cucina innovativa e di alta qualità.

Conclusioni

In conclusione, mentre Antonino Cannavacciuolo celebra l’apertura del suo nuovo resort nel Monferrato, deve affrontare anche la sfida di rimpiazzare due chef chiave nei suoi bistrot. Tuttavia, con la sua determinazione e il suo talento culinario, non c’è dubbio che il celebre chef troverà presto nuove risorse per mantenere la sua impronta nel mondo della ristorazione italiana.

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI