giovedì, Luglio 25, 2024
HomeNewsAntonino Cannavacciuolo: il cuoco dalle sette Stelle Michelin svela i segreti del...

Antonino Cannavacciuolo: il cuoco dalle sette Stelle Michelin svela i segreti del successo

Lo chef insignito di sette stelle Michelin e celebre giudice di MasterChef, Antonino Cannavacciuolo, ha recentemente condiviso il suo pensiero durante un’intervista con Antonella Clerici nel programma “È sempre mezzogiorno”. Lontano dalle luci della ribalta televisiva, Cannavacciuolo si apre sul suo amore per la cucina e l’importanza dei giovani nel settore culinario.

Antonino Cannavacciuolo: l’amore per la cucina e i giovani talentuosi

Durante la conversazione, Cannavacciuolo ha espresso il suo amore per l’arte culinaria, sottolineando che il suo vero piacere risiede nel lavorare in cucina, circondato da giovani pieni di energia e passione. “Mi diverto di più in cucina che in tv”, ha dichiarato lo chef, sottolineando l’energia positiva che trova tra i membri della sua brigata.

Parlando del suo successo, Cannavacciuolo attribuisce tutto alla sua squadra e ai giovani talentuosi che lo circondano. “Le sette stelle Michelin? Il successo non è mio, è del gruppo, della squadra, ragazzi di vent’anni che hanno voglia di mangiarsi il mondo”, ha affermato.

Guardando al futuro: aspirazioni familiari e nuove generazioni

Guardando al futuro, Cannavacciuolo si apre alla possibilità che i suoi figli seguano le sue orme, mostrando un atteggiamento di apertura e supporto verso le loro aspirazioni. “Se i miei figli volessero fare il mio lavoro sarei contento di poter dare un seguito a quello che stiamo costruendo”, ha condiviso.

Parlando del suo ruolo televisivo, Cannavacciuolo riconosce il ruolo cruciale giocato dalla moglie Cinzia nel portarlo alla ribalta mediatica. Tuttavia, sottolinea che, nonostante la sua presenza sullo schermo, rimane fedele a se stesso e alla sua passione per la cucina.

Ricordi e momenti memorabili

Un momento memorabile nella carriera di Cannavacciuolo è stato quando ha condiviso un tavolo con il leggendario calciatore Diego Maradona nel suo ristorante “Villa Crespi”. “Mi sono tolto la giacca da cuoco e mi sono seduto accanto a Maradona, ospite nel mio ristorante. È stato un momento magico”, ha ricordato lo chef.

Il significato della “Pacca” di Antonino Cannavacciuolo

Infine, Cannavacciuolo ha spiegato il significato dietro il suo gesto iconico della “pacca”, rivelando che è un segno di gratitudine e apprezzamento che deve essere guadagnato. “Non la do a tutti, è un grazie, quasi un complimento. Bisogna meritarsela”, ha concluso.

In sintesi, l’intervista di Antonino Cannavacciuolo ha offerto uno sguardo privilegiato sulla sua filosofia culinaria, il suo impegno verso i giovani e la sua autenticità sia in cucina che sullo schermo. La sua storia e il suo successo sono un’ispirazione per tutti coloro che perseguono la loro passione con determinazione e dedizione.

 

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI