giovedì, Luglio 25, 2024
HomeCuriositàOlio extravergine d'oliva falso: strategie per evitare truffe e assicurare la qualità...

Olio extravergine d’oliva falso: strategie per evitare truffe e assicurare la qualità del prodotto

In una recente operazione condotta dai Nas il 12 gennaio 2024, sono stati sequestrati oltre 46mila litri di olio extravergine d’oliva falso. Ventisei persone sono state denunciate per la produzione e il commercio di prodotti non autentici. Fanpage.it ha intervistato il comandante Alessandro Cisternino, capo del Nucleo di Napoli, per comprendere come individuare i prodotti di bassa qualità e proteggersi da truffe alimentari dannose per la salute.

Dopo l’efficace campagna di controlli nei settori oleifici dei Nas, Fanpage.it ha approfondito la questione intervistando il comandante Cisternino. Quest’ultimo ha evidenziato le tecniche utilizzate dai falsificatori per contraffare l’olio d’oliva, sottolineando come alcuni prodotti vengano alterati con l’aggiunta di oli di semi di scarsa qualità o manipolati con coloranti come clorofilla o betacarotene.

Olio extravergine d’oliva falso, riconoscere l’autenticità: i consigli del Comandante Cisternino

Di fronte a questa situazione critica, il comandante Cisternino ha condiviso preziosi consigli su come evitare truffe e riconoscere l’autenticità dell’olio extravergine d’oliva. Egli sottolinea l’importanza di esaminare attentamente le etichette, verificando la chiarezza e la completezza delle informazioni, come numero di lotto, data di scadenza e luogo di confezionamento.

Inoltre, il comandante consiglia di prestare particolare attenzione al rapporto qualità-prezzo, poiché prezzi sospettosamente bassi potrebbero indicare prodotti contraffatti. Cisternino evidenzia che il costo dell’olio di oliva autentico oscilla generalmente tra 9,50 e 11 euro al litro.

Olio extravergine d’oliva falso, reclami sulla qualità del prodotto: cosa fare

Nel caso in cui si sospetti la bassa qualità di un prodotto, il comandante Cisternino consiglia di segnalarlo immediatamente alle autorità competenti. I Nas sono disponibili per ricevere segnalazioni e risolvere dubbi dei consumatori, garantendo un approccio immediato alle perplessità legate ai prodotti alimentari.

Olio extravergine d’oliva falso
Olio extravergine d’oliva falso

Olio extravergine d’oliva falso: leggi e pene correlate

Il comandante Cisternino menziona che i reati di contraffazione alimentare sono contemplati dagli articoli 440, 441, 442 e 444 del Codice Penale, con pene che vanno da 6 mesi a 3 anni. Gli uomini dei Nas lavorano a livello locale e nazionale, coordinati dal Comando Tutela Salute, concentrandosi su campagne di controllo specifiche o rispondendo a segnalazioni e ispezioni.

L’importanza delle etichette: elemento chiave per il consumatore

Il comandante sottolinea che le etichette sono la “carta d’identità” del prodotto, e devono essere chiare, leggibili e contenere tutte le informazioni necessarie. Numero di lotto, data di scadenza e luogo di confezionamento sono dettagli cruciali per identificare la provenienza e la qualità dell’olio.

Cisternino consiglia ai consumatori di essere consapevoli e di valutare attentamente il rapporto qualità-prezzo. Un litro d’olio extravergine di oliva autentico ha un costo medio di 9,50-11 euro, quindi prezzi sospettosamente bassi dovrebbero destare preoccupazione. L’attenzione a dettagli come odore e colore è fondamentale per chi acquista olio sfuso, ma solo l’analisi analitica può garantire una certezza assoluta.

RELATED ARTICLES

ULTIMI ARTICOLI